28 Luglio 2017


immagine di testa
La nostra storia
percorso: Home
Presente gi dal 17 febbraio 1895 con un proprio Statuto, la Pubblica Assistenza nasce come societ di mutuo soccorso tra operai. A seguito dei cambiamenti sociali e culturali dell’epoca e proprio in virt di nuove esigenze, l’Associazione offre il suo aiuto ad anziani, infermi, persone indigenti e bisognose. Nasce e continua crescere nel bacino fucecchiese fino all’avvento del fascismo che scioglie per decreto la Pubblica Assistenza e con essa, le altre associazioni laiche presenti nel territorio italiano confiscandone tutti i beni.
Il 15 settembre 1980, dopo quasi cinquanta anni di oblio, un gruppo di cittadini fucecchiesi ricostituisce la Pubblica Assistenza di Fucecchio in via Fucini.
Grazie al generoso prestito della sede Santacrocese, quella di Fucecchio inizia a svolgere la sua attivit con una dotazione iniziale di n. 1 autoambulanza, la quale utilizzata per interventi di emergenza/urgenza con medico a bordo e chiamata SPAMU. I medici vengono retribuiti direttamente dall’Associazione ed il servizio viene svolto nella fascia diurna 8:00 – 20:00. Periodicamente i soccorritori frequentano corsi di formazione specifica.
Nel novembre 1980, a seguito del terremoto dell’Irpinia e a pochi mesi dalla sua nuova costituzione, la Pubblica Assistenza interviene a favore della popolazione colpita dal sisma con i suoi volontari e portando la propria ambulanza su quei luoghi, restandoci per circa un mese. Inizia quindi a prendere campo fin da subito, il settore della Protezione Civile. La Pubblica Assistenza di Santa Croce presta un’altra ambulanza alla sede Fucecchiese. Sempre a favore della popolazione dell’Irpinia viene organizzata nella sede della Pubblica Assistenza di Fucecchio una raccolta di viveri e abiti, i quali sono spediti nei luoghi colpiti dal terremoto sotto specifica richiesta della Unione Regionale Toscana (U.R.T. – che poi diverr A.n.p.as. Toscana) e di A.n.p.as. Nazionale. Il 1980 vede l’assunzione del primo dipendente e sempre nello stesso anno viene creato il Gruppo Donatori Sangue della Pubblica Assistenza, tuttora attivo.
Nel 1981 la sede della Pubblica Assistenza si trasfesce in via Dante e, grazie al sempre pi crescente impegno dei volontari, il servizio di ambulanza con medico a bordo (SPAMU) svolto 24 ore su 24. In quest’anno viene inoltre intrapresa l’attivit di raccolta di cartone che prevede la selezione dello stesso, lo stipamento del materiale nella sede e la rivendita ad una Ditta che lo trasporta alle Industrie Cartiere.
Nel 1982 inizia l’attivit di Antincendio Boschivo che attiva tutt’oggi. Questo settore prevede il pattugliamento, avvistamento, vigilanza e spegnimento di incendi boschivi nei territori comunali di Fucecchio e Cerreto Guidi.
Negli anni 1982-83 vengono intraprese nuove iniziative tra le quali:
-attivit di assistenza sociale - domiciliare a favore di persone svantaggiate segnalate dai servizi sociali del Comune di Fucecchio che consiste nella distribuzione dei pasti (reperiti dalle mense della ASL) e nelle pulizie domestiche;
-“centralino di informazione” svolto nei mesi estivi e punto di riferimento per i cittadini che hanno bisogno di informazioni per servizi sanitari, ristoranti, meccanici ecc..
Nel 1982-83-84, attraverso la collaborazione di Anpas Toscana, la Pubblica Assistenza impegnata presso il Circuito del Mugello durante le gare della Moto GP con l’impiego di 6 volontari e di un’ambulanza. Inizia a prendere campo il settore dei servizi sportivi, ossia la presenza di ambulanze durante manifestazioni sportive ove ve ne sia fatta richiesta. Dal 1982 al 1990 la Pubblica Assistenza impegnata, in collaborazione con la Pubblica Assistenza Santa Croce sull’Arno, presso il Crossdromo “Santa Barbara” loc. La Serra nel Comune di San Miniato con l’impegno dei volontari e di una ambulanza durante le prove e le gare di motocross.
Nel 1983 inizia l’attivit di onoranze funebri che continua tutt’oggi e per la quale si cerca di offrire un servizio sempre pi qualificato e completo a favore delle famiglie colpite da lutto.
Il 1984-85 vede un importante innovamento tecnologico per i servizi sanitari di emergenza. Infatti, in via sperimentale, l’Associazione e la Pubblica Assistenza di Santa Croce sull’Arno, in collaborazione con il Centro Nazionale Ricerca (CNR) di Pisa hanno la possibilit trasmettere direttamente dall’elettrocardiografo (in dotazione sull’ambulanza) al CNR.
Nel 1984 possono essere evidenziate la “Festa dell’anziano”, giornata dedicata alle persone in et avanzata con un riconoscimento per l’uomo e la donna pi anziani, rinfresco e spettacolo in collaborazione con la CGIL fino al 1990, e la “Festa di Carnevale” la quale consiste in una sfilata per il paese di un carro creato in cartapesta nelle settimane precedenti a turno dai bambini delle scuole elementari che si recano nella sede dell’Associazione e danno spazio alla loro fantasia.
Dal 1985 attivo il servizio di telesoccorso. Questa attivit consiste nell’attivazione dell’ambulanza in caso di bisogno per n. 10 utenti segnalati dai servizi sociali del Comune di Fucecchio. Gli utenti, in caso di necessit, possono telefonare direttamente all’Associazione la quale si recher presso l’abitazione e, avendo a disposizione le chiavi di casa di ogni utente, potr entrarvi nel caso in cui la persona fosse impossibilitata ad aprire la porta.
Tra il 1985 e il 1986 viene organizzata dalla Pubblica Assistenza, in collaborazione con l’Atletica Fucecchio, la corsa podistica, la quale vede la partecipazione di circa 300 persone ed una premiazione finale.
Sempre in questi anni nasce un’altra importante iniziativa, la consegna dei regali di Natale ai bambini della zona la sera della vigilia da parte di diversi volontari vestiti da Babbo Natale.
Nel 1986 e nel 1987 si svolge una grande esercitazione di Protezione Civile organizzata con la Croce Rossa e la Misericordia locale con la partecipazione di un aereo per l’antincendio dell’Aeronautica Militare nel Padule di Fucecchio.
Il 5 marzo 1989 viene aperta la sezione di Stabbia della Pubblica Assistenza che vede l’impegno di solo personale volontario ed di grande aiuto allo sviluppo dell’Associazione.
Il 1989 vede la nascita della festa degli aquiloni prima a Montellori e successivamente a Parco Corsini, dove i bambini preparano gli aquiloni con i volontari dell’Associazione e li fanno volare. Iniziano inoltre in quest’anno i corsi di sensibilizzazione per la Protezione Civile e per i Donatori di Sangue presso le scuole elementari e medie del Comune di Fucecchio e superiori nel Comune di San Miniato.
Nel 1992, a seguito dell’avvento della Guerra in Bosnia, l’Associazione organizza una raccolta di viveri e vestiario destinati alle popolazioni slave. Questo materiale viene trasportato direttamente dalla Pubblica Assistenza in Bosnia grazie ai volontari, i quali rimangono fuori anche una settimana a causa della situazione.
Il 1996 vede la nascita della Centrale Operativa 118, la quale, ricevendo le chiamate di emergenza dai cittadini, invia sul posto l’ambulanza in stand-by (attesa) di urgenza con medico a bordo pi vicina, il tutto nel contesto del territorio dell’ASL 11. I soccorritori che intervengono su questi servizi hanno una formazione specifica che permetta loro di agire nella maniera pi idonea.
Sempre nello stesso anno la Pubblica Assistenza una tra le Associazioni fondatrici di Marea, manifestazione nata come festa e promozione del volontariato del territorio. Tuttora la Pubblica Assistenza partecipa a questa manifestazione.
Nel 1997 la sede si trasferisce da via Dante a via Tea.
Nel 2003 la Pubblica Assistenza si trasferisce in via Ugo Foscolo, attuale sede.
Tra il 2003 e il 2004 l’Associazione si impegna nella raccolta dei tappini in plastica, i quali vengono portati ad una ditta di riciclaggio che a sua volta eroga un contributo alla Pubblica Assistenza. Il ricavato della raccolta viene impiegato per l’acquisto di materiale sanitario come carrozzine, stampelle deambulatori ecc… che vengono prestati alle famiglie che ne fanno richiesta. L’attivit viene ancora svolta.
Nel 2006, per conto dell’AUSL 10 di Firenze, viene svolto il trasporto di campioni di sangue (NAT) dal Punto di prelievo del Distretto del Galleno all’ospedale di Careggi, rispettando determinati tempi e modi. Il servizio stato effettuato fino a febbraio 2011.
Da novembre 2007 a Marzo 2011 la nostra Associazione stata attivata diverse volte dalla Centrale Esculapio di Firenze (associazione creata da Anpas e Misericordie per la gestione dei servizi soprattutto del settore sanitario) per il trasporto di organi, il tutto coordinato dalla Organizzazione Toscana Trapianti (O.T.T.). Il servizio consiste nel prelevare il materiale da un ospedale e consegnarlo nei modi e nei tempi stabiliti dalla OTT ad un’altra struttura.
Nel 2007 – 2008, tramite segnalazione dei servizi sociali del Comune di Fucecchio, inizia la consegna dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose. I generi alimentari vengono forniti dal banco alimentare di Empoli che a sua volta li recluta dai vari centri commerciali della zona.
Nell’aprile 2009, a seguito del violento terremoto che ha colpito le popolazioni de L’Aquila, la Pubblica Assistenza stata impegnata con i propri volontari e i propri mezzi di Protezione Civile fino dalle prime ore dell’evento e per molti mesi successivi.
A marzo 2010, attraverso la collaborazione con A.N.P.AS. Toscana e dopo il grave terremoto che aveva colpito l’Abruzzo nell’anno precedente, si rende necessario creare un punto di ascolto, confronto e incontro per i soccorritori e le persone che condividono esperienze in contesti emergenziali, nasce cos l’Unit Locale di Psicologia dell’Emergenza (U.L.P.E.). Viene inoltre svolto un corso di formazione specifico sulla psicologia nell’emergenza con il contributo del Cesvot e tenuto dalle Psicologhe dell’U.L.P.E.
Dal 2012, a seguito della convenzione tra Anpas Toscana e il Tribunale di Firenze per lo svolgimento di lavori socialmente utili, la nostra Associazione ha aderito a tale intesa dando la propria disponibilit ad accogliere persone che abbiano subito condanna a pena sostituita con quella del lavoro di pubblica utilit da svolgere in modo non retribuito ed a favore della collettivit.
Dal 1 luglio 2012, in seguito al riassetto del servizio di emergenza, la Pubblica Assistenza ha aumentato le ore di stand-by dell’ambulanza di urgenza, passando da una cadenza quindicinale ad una operativit H24 (24 ore su 24) per 365 giorni all’anno.
Da novembre 2012 attivo lo sportello di ascolto Lilith, nato presso le Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, per far fronte all’emergenza sociale della violenza sulle donne.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]